Seleziona una pagina

Tenute del Fasanella – Manfredi – 2012 – IGP Paestum Aglianico

13,70 Iva inclusa

logo biologico 100x logo consensowine s2 free

Produttore: Tenute del Fasanella
Nome vino: MANFREDI
Annata: 2012
Denominazione: IGP PAESTUM AGLIANICO
Varietà: Aglianico 100%
Località: S. Vito Prato
Estensione vigneto: 1,4 ettari
Altitudine: 500 metri s.l.m.
Disposizione vigneto: esposto a sud-ovest con orientamento dei filari nord-sud
Suolo: profondo, su alternanze marnoso arenacee, a tessitura media in superficie, fine o moderatamente fine in profondità
Densità d’impianto: 5680 piante/ettaro
Potatura: guyot
Produzione: 61 Ql/Ha
Tipo ed epoca di vendemmia: manuale in ceste da 13 Kg, 20 ottobre

Vinificazione: diraspatura, macerazione alcolica per 30 giorni tra pre e post-fermentazione, svinatura e pressatura soffice.
Maturazione: 30 mesi in tonneaux di rovere francese, 15 mesi in acciaio.
no stabilizzazione tartarica
Filtrazione: 1,00 µm
Imbottigliamento: 20 ottobre 2016 1°lotto
Affinamento: 3 mesi in bottiglia
Resa uva/vino: 52 %
Bottiglie prodotte: 1.512 del 1°Lotto

VINO BIOLOGICO CERTIFICATO da CCPB
VINO SENZA SOLFITI AGGIUNTI

Dati analitici
alcol svolto: 15,56 %vol
estratto secco netto: 37,8 g/l
pH: 3,24
acidità totale: 7,13 g/l
acido malico: 0,47 g/l
anidride solforosa totale: <10 mg/l
limite legale per cui si è obbligati a riportare in etichetta “contiene solfiti”: 10 mg/l
limite legale per il vino rosso secco biologico: 100 mg/l

L’eventuale presenza di precipitati è garanzia di genuinità del prodotto e non ne influenzano le caratteristiche organolettiche.

Categoria:

Descrizione

fosca tortorelli sommelierManfredi è un vino prodotto con Aglianico in purezza, le cui vigne sono posizionate in zona San Vito Prato, proprio ai piedi di Sant’Angelo a Fasanella, su falso piano esposto a Sud. La favorevole esposizione e le fresche correnti d’aria permettono di ottenere un prodotto gioviale, che esprime già al primo olfatto, gradevoli e nette note di frutta rossa, dalla ciliegia carnosa e croccante, all’amarena, cui fanno seguito note terrose di carruba, arricchite da piacevoli sensazioni minerali e da una delicata speziatura di pepe nero e di china. Un vino di grande complessità olfattiva e di carattere, che al palato mostra la sua vigoria. Al primo sorso si avverte immediatamente l’incisività del tannino che ne rende riconoscibile il vitigno; un tannino asciugante dovuto senza dubbio alla giovane età, ma per nulla molesto, che lascia spazio alle piacevoli sensazioni saporifere di frutta e spezie. Si ravvisa inoltre una detergente acidità e una vena sapida che gli conferisce lunghezza.

Fosca Tortorelli, sommelier


Manfredi