Seleziona una pagina

Tenute del Fasanella – Alburno – 2015 – IGP Paestum Rosso

19,90 Iva inclusa

logo biologico 100x logo consensowine s2 free

Produttore: Tenute del Fasanella
Nome vino: ALBURNO
Annata: 2015
Denominazione: IGP PAESTUM ROSSO
Varietà: Aglianicone 100%
Località: S. Vito Prato, Lupinelle, Caputo
Estensione vigneto: 0,90 ettari
Altitudine: 500 metri s.l.m.
Disposizione vigneto: esposto a sud-ovest con orientamento dei filari nord-sud
Suolo: profondo, su alternanze marnoso arenacee, a tessitura media in superficie, fine o moderatamente fine in profondità
Densità d’impianto: 5680 piante/ettaro
Potatura: guyot bilaterale
Produzione: da 22 a 71 Ql/Ha in funzione delle vigne
Tipo ed epoca di vendemmia: manuale in ceste da 11 Kg, 20 settembre

Vinificazione in totale assenza di anidride solforosa: diraspatura; macerazione prefermentativa a freddo; macerazione alcolica in acciaio per 13 giorni a temperatura controllata; svinatura e pressatura soffice; proseguo della fermentazione alcolica e malolattica
Maturazione: in acciaio su fecce fini per 21 mesi
no stabilizzazione tartarica
Filtrazione: 1,00 µm
Imbottigliamento: 10 luglio 2017 1°Lotto
Affinamento bottiglia: 3 mesi
Resa uva/vino: 60%
Bottiglie prodotte: 1.970 numerate del 1°Lotto
VINO BIOLOGICO CERTIFICATO da CCPB
VINO SENZA SOLFITI AGGIUNTI

Dati analitici
alcol svolto: 15,21 %vol
estratto secco netto: 32,8 g/l
pH: 3,44
acidità totale: 5,46 g/l
acido malico: <0,1 g/l
acido lattico: 0,94 g/l
anidride solforosa totale: <10 mg/l
limite legale per cui si è obbligati a riportare in etichetta “contiene solfiti”: 10 mg/l
limite legale per il vino rosso secco biologico: 100 mg/l

L’eventuale presenza di precipitati è garanzia di genuinità del prodotto e non ne influenzano le caratteristiche organolettiche.

Categoria:

Descrizione

fosca tortorelli sommelierAlburno Aglianicone Denominazione: IGP Paestum Rosso
Poco noto ai più l’Aglianicone, è un vitigno decisamente interessante e di pregio, che viene allevato in Campania in quantità piuttosto modesta, prevalentemente nella provincia di Salerno e precisamente nel territorio dei monti Alburni.
Cattura lo sguardo già per il colore e per l’intensa luminosità, sui toni rubino con sfumature che virano nel viola. Rassicurante accogliente, che ben si adatta alle esigenze odierne di un vino più orientato verso le morbidezze. I profumi sono accattivanti, ritroviamo piacevoli note di frutta succosa dalla mora al gelso rosso. Al palato si scorge anche una piacevole speziatura di pepe nero.
Avvolgente e diretto, di buona morbidezza e con tannini suadenti e per nulla aggressivi.

Fosca Tortorelli, sommelier