Phasis 2016

Home/Shop2/Vino bianco/Phasis 2016
Esaurito

Phasis 2016

4.00 out of 5 based on 2 customer ratings
2 Reviews

Out of stock

11,90 SPEDIZIONE SEMPRE GRATUITA

Phasis è prodotto con il Fiano che cresce nel Comune di Bellosguardo (SA), il vigneto è ubicato a Nord su una ripida collina e volge verso gli Alburni.

✓ Denominazione: IGP PAESTUM FIANO
✓ Produttore: Tenute del Fasanella
✓ Annata: 2016
✓ Varietà: Fiano 100%
✓ Altitudine: 300 metri s.l.m

Esaurito

Note del Sommelier

fosca tortorelli sommelierPhasis è prodotto con il Fiano che cresce nel Comune di Bellosguardo, il vigneto è ubicato a Nord su una ripida collina e volge verso gli Alburni. Affascina già allo sguardo con le sue tonalità solari che esprime alla vista, un oro giallo brillante e carico di luce. La compattezza del liquido fa evincere che si tratta di un vino artigiano, non filtrato ma di estrema finezza.

Fiero ed eloquente coinvolge all’olfatto con profumi esplosivi che ti trasportano immediatamente nella verde e rigogliosa terra cilentana. Una complessità aromatica singolare, che non stanca. Si avvicendano fresche note di frutta zuccherina, accenni agrumati a cui succedono espressioni floreali, tra cui spiccano il fiore della mimosa e della calendula; un istante dopo sorprende per la sua inebriante balsamicità di macchia mediterranea.

La voglia di assaporarlo è immediata, il sorso è nitido, rinfrescante e di estrema coerenza con l’olfatto. Ritorna il frutto e la freschezza delle erbe aromatiche, cui fa seguito una piacevole vena sapida che lo rende agile e lungo. Elegante, piacevole e di grande bevibilità.


Phasis 2 (Large)

Scheda tecnica

  • Produttore: Tenute del Fasanella
  • Nome vino: PHASIS
  • Annata: 2016
  • Denominazione: IGP PAESTUM FIANO
  • Varietà: Fiano 100%
  • Località: Visciglina
  • Estensione vigneto: 1 ettaro
  • Altitudine: 300 metri s.l.m.
  • Disposizione vigneto: esposto a nord-est con sistemazione a ritocchino
  • Suolo: argilloso calcareo, subalcalino, ricco di scheletro calcio-magnesiaco
  • Densità d’impianto: 4350 piante/ettaro
  • Potatura: guyot
  • Produzione: 79 Ql/Ha
  • Tipo ed epoca di vendemmia: manuale in ceste da 12 Kg, 3 Settembre
  • Vinificazione in totale assenza di solforosa: diraspatura; macerazione pellicolare; macerazione alcolica in acciaio per 4 giorni a temperatura controllata; svinatura e pressatura soffice; prosieguo della fermentazione per altri 20 giorni
  • Maturazione: in acciaio per 9 mesi su fecce fini
  • NO stabilizzazione tartarica
  • Filtrazione: sterile a cartucce 0,45 µm
  • Imbottigliamento: 10 Luglio 2017
  • Affinamento: 1 mese in bottiglia
  • Resa uva/vino: 60%
  • Bottiglie prodotte: 6.306

VINO BIOLOGICO CERTIFICATO da CCPB
VINO SENZA SOLFITI AGGIUNTI

Dati analitici

  • Alcool svolto: 14,28 %vol
  • Zuccheri residui: 0
  • Estratto secco netto: 21 g/l
  • PH: 3,4
  • Acidità totale: 5,03 g/l
  • Acido malico: <0,1 g/l
  • Anidride solforosa totale: <10 mg/l
  • Limite legale per obbligo “contiene solfiti” in etichetta: 10 mg/l
  • Limite legale per il vino bianco secco biologico: 150 mg/l

L’eventuale presenza di precipitati è garanzia di genuinità del prodotto e non ne influenzano le caratteristiche organolettiche

Tenute del Fasanella

L’azienda inizia a vinificare nel 2008. Intanto parte la conversione al biologico poi conclusa con la vendemmia 2012, in concomitanza del vino biologico in Europa. Con la vendemmia 2010 si decise di abolire i solfiti del tutto, puntando sul potenziale del territorio conosciuto con le campagne 2008 e 2009. Così la scelta radicale per tutta la produzione aziendale. Il senza solfiti è un traguardo e una coerenza con l’insieme delle altre scelte fatte. Un punto di arrivo e non di partenza. La partenza è nelle vigne, come sempre. Soprattutto per chi non si può affidare a determinate tecnologie di cantina perché troppo costose per piccole aziende. Perché di naturale c’è l’uva, il frutto con il seme per la continuazione della specie. Tutto il resto, il vino, è un “prodotto antropologico”, che per aspetti salutari deve essere il più sano possibile e per questo con meno solfiti possibili e quindi senza nessun altro additivo, considerando anche i coadiuvanti di sintesi.

2 recensioni per Phasis 2016

  1. Enrico

    Immagine di un ricordo di infanzia: il percorso in una pineta per raggiungere la spiaggia. Aurei fasci di luce filtrata, il profumo dei fiori spontanei e dei pini, il gusto di una goccia d’oro matura e il sottofondo del mare, con i suoi suoni e i suoi odori. Un vino che emoziona e che consiglio.

  2. Grazia

    Ho provato poco tempo fa questo splendido fiano cilentano. Ti conquista da subito per la brillantezza che esprime appena versato. Un colore oro e un bouquet davvero interessante. Non delude al palato, ma si lascia bere!

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − due =